2013-10-19 Incontri e convegni

L’ultimo convegno si è svolto a Sondrio il 19 ottobre 2013.

“TERZA ETÀ: TERZA VITA?” È la domanda che l’Anteas si è posta, sollecitata dalla celebrazione del 2012 anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni, e che ha dato il nome al convegno svoltosi a Sondrio, presso la Sala Vitali del Credito Valtellinese.

In apertura del convegno, la presidente Angela Giana ha illustrato il programma dell’incontro e i motivi che lo hanno ispirato, tra questi la consapevolezza di quanto sia importante diffondere la conoscenza delle varie esperienze di invecchiamento attivo, sia quelle promosse dall’Anteas, da sempre impegnata a favorire l’invecchiamento attivo, sia quelle compiute in tante e diverse organizzazioni di volontariato presenti in provincia. Tutte infatti, ha affermato la Presidente, sono meritevoli di essere conosciute perchè rappresentano positivi esempi da seguire e mettono in discussione quella idea di vecchiaia come tempo residuale che si è consolidata nell’attuale cultura in cui giovinezza, forza e bellezza sono considerate valori fondamentali che danno senso e dignità alla vita.

È stato quindi proiettato il filmato “TERZA VITA – Storie di invecchiamento attivo in provincia di Sondrio” prodotto dall’Anteas con la regia di Mattia Canovi e Valentina Porcellana, nel quale, attraverso interviste, sono state presentate esperienze di persone “in terza età” che vivono attivamente questa fase della loro vita, impegnandosi nel volontariato o nella propria comunità, dentro organizzazioni formali o anche fuori.

La dott. Valentina Porcellana, antropologa presso l’Università di Torino che ha seguito come consulente scientifico tutto il percorso fino alla registrazione delle storie, ha commentato il filmato evidenziandone il valore e la pertinenza al tema dell’invecchiamento attivo.

 

L’incontro è proseguito con la tavola rotonda, costituita da persone competenti impegnate a diverso titolo in attività connesse al tema dell’invecchiamento, e coordinata dalla dott. Barbara Silvestri; il confronto ha dato un importante contributo di approfondimento alla riflessione proposta.

Significativo, oltre che gradito alpubblico in sala, è stato il canto eseguito nell’intervallo dai cantori Anteas guidati dal maestro Terenzio Della Fonte. Il loro entusiasmo e la voglia di mettersi alla prova in una situazione per loro inconsueta, hanno dato un esempio concreto di invecchiamento attivo, confermando il messaggio che il convegno ha voluto lanciare: sì la terza età può essere terza vita se tutti, singoli cittadini, cominciando in giovane età, associazioni di volontariato e istituzioni pubbliche si impegnano, ciascuno per la propria parte di responsabilità e di competenza, a creare le condizioni favorevoli perchè ciò si realizzi; messaggio che Barbara Silvestri ha ben sintetizzato affermando: “è un po’ come dire: prendiamoci cura di noi!”